Logo Rimini it Riviera Adriatica e Romagnola
Home > Montefiore Conca > La Rocca di Montefiore

La Rocca di Montefiore conca

La Rocca fu costruita intorno alla metà del 1300 e tenuta dai Malatesta per più di cento anni consecutivi. Qui nacque, nel 1377, Galeotto Novello Malatesta, detto per il luogo di nascita Belfiore. A partire dal 1432 Sigismondo Pandolfo, il più celebre personaggio della dinastia malatestiana, esaltò l'importanza del castello e il paese vide il nascere di numerose istituzioni civili e religiose, come monasteri, ospedali e il Monte di Pietà.

Con la disfatta dei Malatesta cominciò per Montefiore, come per tanti altri paesi di queste terre, l'alternarsi di diversi domini. Governarono il paese i Guidi di Bagno, i Borgia, la Repubblica Veneziana e l'ambiguo personaggio di Costantino Commeno, principe di Macedonia che morì a Montefiore nel 1530. Dopo il passaggio sotto lo Stato Pontificio e il breve governo della Repubblica Cisalpina, il paese seguì le sorti che portarono alla nascita dello Stato Italiano.
Della Rocca colpiscono subito le solide geometrie e la mole complessiva dell'edificio.Superando le diverse porte di accesso alla fortezza, l'ultima delle quali ha murato un pregiato stemma Malatestiano, si accede al primo giro di mura e poi al cortile dove si trova un pozzo decorato del ‘300. Al piano superiore si ammira una bella sala con volta a crociera dove sono esposti alcuni affreschi di Jacopo.

Avanzi, rari esempi di pittura laica del XIV secolo. Un'altra sala ancora da restaurare, comunemente detta “dell'imperatore”, mantiene le pareti con affreschi con scene di battaglia. Salendo all'ultimo piano si giunge al terrazzo sulla sommità della fortezza dal quale si ammira un panorama davvero emozionante.

> Torna alla pagina di Montefiore

Disegno della Rocca di Montefiore
La Rocca di Montefiore (RN).